IVA, dogane e accise

  • Italiano
    • Francese
    • Inglese
    • Tedesco
    • Spagnolo

Accise sugli alcolici: nuova direttiva

La regolamentazione delle accise sull’alcol è disciplinata da diversi atti giuridici europei:

Direttiva 92/83 / CEE sull’armonizzazione delle strutture delle accise sull’alcole e sulle bevande alcoliche

Direttiva 92/84 / CEE per il ravvicinamento delle aliquote di accisa sull’alcole e sulle bevande alcoliche

Direttiva 2008/118 / CE relativa al regime generale delle accise e che abroga la direttiva 92/12 / CEE

Dalla sua adozione, queste direttive non sono state modificate, nonostante alcuni tentativi degli Stati membri.

Revisione delle linee guida per le accise sugli alcolici

Nell’ambito del programma di Regulatory Fitness and Performance Program (REFIT), la Commissione Europea ha selezionato le direttive 2008/118 / CE e 92/83 / CEE per studi di impatto e modifiche. Dagli studi è emerso che tali direttive non erano adattate all’attuale contesto economico, imponendo pesanti oneri legali e amministrativi agli operatori economici.

La Commissione Europea ha quindi proposto la loro revisione al fine di armonizzare e semplificare le procedure UE in materia di accise, ridurre gli oneri legali e i costi amministrativi per gli operatori economici.

Modernizzazione e digitalizzazione delle procedure relative alle accise sugli alcolici

La proposta finale COM (2018) 346 che modifica la direttiva 2008/118 / CE ha portato a un testo finale come la direttiva 2020/262 / UE. Con l’obiettivo di ridurre i costi amministrativi, questa nuova direttiva introduce, in particolare, la digitalizzazione dei flussi B2B della dichiarazione dei dazi pagati. Come ricorda la Commissione, la digitalizzazione delle procedure precedentemente cartacee per la circolazione dei prodotti soggetti ad accisa in sospensione d’accisa ha consentito Gli Stati membri risparmiano l’equivalente di 720 dipendenti a tempo pieno all’anno, ovvero 32 milioni di euro all’anno. Questa espansione della digitalizzazione dovrebbe quindi produrre un ritorno economico positivo.

Gli Stati membri devono recepire questa direttiva entro e non oltre il 31 dicembre 2021 affinché entri in vigore il 13 febbraio 2023.

La proposta di direttiva finale COM (2018) 334 che rivede la direttiva 92/83 / CEE mira a rafforzare la certezza del diritto chiarendo alcune disposizioni che potrebbero comportare costi amministrativi aggiuntivi per gli operatori economici.

Questa proposta di direttiva è attualmente all’esame del Consiglio dell’UE. Tuttavia, le delegazioni degli Stati membri si sono impegnate, nella riunione del 31 ottobre 2019, che l’entrata in applicazione del progetto di direttiva di modifica dovrebbe essere fissata al 1 ° gennaio 2022 (il termine per il recepimento nel diritto nazionale è fissato al 31 dicembre, 2021).

Questi nuovi sviluppi dovrebbero facilitare il commercio riducendo i vincoli per gli operatori e anche offrendo loro un quadro più sicuro nella gestione dei loro flussi. Spetta ora agli Stati membri trasformare molto presto questa prospettiva in realtà.

EUROTAX, titolare di diversi statuti sulle accise in Francia e in Europa, ti fornisce la sua assistenza in materia di accise sugli alcolici al fine di dichiarare e gestire le tue imposte in diversi Stati membri dell’Unione europea.

Non esitate a contattarci per ulteriori informazioni.

Condividi questo articolo...