IVA, dogane e accise

  • Italiano
    • Francese
    • Inglese
    • Tedesco
    • Spagnolo

Responsabilità solidale della piattaforma online per il pagamento dell’IVA

In Francia, la legge relativa alla lotta contro la frode fiscale e sociale ha istituito un nuovo sistema all’interno del Codice fiscale francese (“FTC”), ovvero gli articoli 283 bis e 293 A ter della FTC, che attua un regime di responsabilità solidale. per piattaforme / marketplace online al pagamento dell’IVA dovuta dagli operatori inadempienti. Gli operatori nell’ambito di applicazione sono quelli che effettuano, attraverso tali piattaforme, alcune operazioni imponibili in Francia (importazioni o vendite di beni, prestazione di servizi imponibili in Francia ao a beneficio di persone non soggette all’IVA) se l’operatore della piattaforma ha non ha attuato le misure richieste dall’amministrazione.

Da quando è applicabile il meccanismo di pagamento della responsabilità solidale?

I termini di applicazione del meccanismo di cooperazione sono stati stabiliti con decreto CPAE1935691A del 30 dicembre 2019 e si applicano dal 1 ° gennaio 2020.

Quali sono i passaggi per il meccanismo di cooperazione di pagamento?

Ai sensi del decreto del 30 dicembre 2019 adottato per l’applicazione degli articoli 283 bis e 293 A ter del FTC, il meccanismo di responsabilità solidale sarà attuato in 3 fasi:

1. Se l’amministrazione fiscale presume che un utente della piattaforma stia violando i suoi obblighi dichiarativi o di pagamento dell’IVA in Francia, l’amministrazione lo segnala alla piattaforma, che deve adottare misure affinché l’utente regolarizzi la situazione. La piattaforma deve notificare all’amministrazione le azioni intraprese nei confronti di questo utente.

2. Se le presunzioni vengono mantenute dopo un periodo di un mese dalla notifica inviata dalla piattaforma all’amministrazione, o dalla notifica iniziale inviata dall’amministrazione, la piattaforma sarà costretta ad adottare misure aggiuntive, anche se ciò significa escludendo l’utente dalla propria piattaforma. La piattaforma deve quindi notificare nuovamente all’amministrazione le misure adottate nei confronti di questo utente.

3. In assenza di provvedimenti o esclusioni entro un ulteriore periodo di un mese, l’IVA di cui è responsabile l’utente sarà in solido a carico del gestore della piattaforma.

Quindi, se vendi tramite piattaforme online come Amazon, Cdiscount o altre … hai sicuramente ricevuto in questi ultimi mesi alcune direttive più severe da queste piattaforme in merito alla tua partita IVA, forse anche alle tue accise se applicabili (se vendi bevande alcoliche ad esempio, è vietata la vendita di tabacco online). In attesa del futuro pacchetto IVA e-commerce previsto per luglio 2021, devi garantire l’affidabilità e l’efficienza della tua compliance, altrimenti corri il rischio di essere escluso da quelle piattaforme.

EUROTAX, e la sua esperienza di oltre 30 anni in materia di IVA, fornisce servizi per garantire la tua conformità alle normative in vigore negli Stati membri dell’UE.

Non esitate a contattarci per ulteriori informazioni.

Condividi questo articolo...