IVA, dogane e accise

  • Italiano
    • Francese
    • Inglese
    • Tedesco
    • Spagnolo

FISSAZIONE RAPIDA IVA UE 01.01.2020

La gloria inaspettata della conformità Intrastat

Alcune novità in relazione alle operazioni intracomunitarie: dal 1 ° gennaio 2020 entreranno in vigore le «soluzioni rapide» nell’ambito del consolidamento del sistema IVA europeo.


Queste soluzioni rapide hanno i seguenti obiettivi:

  • Semplificare e armonizzare le scorte di richiamo / conto deposito: Quando un fornitore mette a disposizione di un cliente uno stock in un altro Stato membro, non si suppone che questo fornitore diventi identificato IVA in ciascuno Stato membro in cui colloca tale stock non appena le merci vengono ritirate e quindi vendute al cliente, a condizione che il la rotazione delle scorte è inferiore a 12 mesi; tali disposizioni non sono state armonizzate in tutti gli Stati membri, fino alle soluzioni rapide.
  • Riportare la certezza del diritto al trattamento IVA delle operazioni a catena: I criteri saranno applicati in modo uniforme alle operazioni successive per determinare quale operazione sarà qualificata come consegna intracomunitaria;
  • E rafforzare le condizioni di esenzione IVA sulle consegne intracomunitarie: A partire da gennaio 2020, l’emissione di una fattura di consegna intracomunitaria che rispetti le condizioni di base del modulo (indicare il numero di partita IVA del cliente di uno Stato membro diverso da quello di partenza, avere una prova di spedizione) non sarà più sufficiente a garantire l’esenzione IVA.

FOCUS sulle forniture intracomunitarie – versione 2020

Con le «soluzioni rapide», infatti, il regolamento IVA rimodella e rafforza le condizioni di esenzione IVA applicabili a queste operazioni imponendo i seguenti principi:

  • Il controllo sistematico della validità del numero di partita IVA del cliente diventa obbligatorio;
  • L’elenco dei documenti che giustificano la spedizione della merce diventa restrittivo ed esaustivo. Inoltre, gli elementi di prova dovranno essere concordi e forniti da due parti diverse, indipendenti l’una dall’altra da un lato, e indipendenti dal venditore e dall’acquirente dall’altro;
  • La dichiarazione accurata della consegna intracomunitaria nella dichiarazione Intrastat diventa una condizione sine qua none per la cartolarizzazione in esenzione IVA. Infatti, in caso di mancata compilazione o di eventuali errori commessi nella dichiarazione Intrastat, potresti rischiare il rigetto dell’esenzione IVA.

Quindi il vincitore è … il ritorno intrastat!

Generalmente descritto come una dichiarazione puramente statistica e talvolta percepito come un compito a basso valore aggiunto e oneroso, il ritorno intrastat avrà ora significative implicazioni fiscali e finanziarie.

Oltre alle sanzioni doganali di riempimento o mancato riempimento, dovrai considerare il rischio di un potenziale rischio IVA. Questo potrebbe non motivare tutti a prendere sul serio il ritorno intrastat, ma almeno si potrebbe essere più desiderosi di considerare di esternalizzarli.

BUONE DOMANDE DA FARE A TE STESSO:

I flussi di merci intracomunitari sono tutti tracciati nei rapporti intrastat? I tuoi codici merceologici sono aggiornati? Le schede prodotto sono disponibili e aggiornate (soprattutto per quanto riguarda il peso del prodotto) ed esportabili dal vostro sistema informatico?

Entro il 31.12.2019, le aziende hanno ora meno di 3 mesi per migliorare la loro conformità intrastat e più in generale adottano le buone pratiche Quick, al fine di evitare qualsiasi rifiuto dell’esenzione IVA.

Per illustrare queste buone pratiche potresti:

  • Comunica a EUROTAX i numeri di partita IVA UE dei tuoi clienti in modo che possiamo verificarne la validità per te con una periodicità da scegliere da / con te (settimanale, mensile, trimestrale o altro). In cambio ti forniremo i risultati per azioni immediate in caso di numeri non validi e i registri per giustificare la tua esenzione IVA; SÌ, desidero ottenere maggiori informazioni sulla formula di abbonamento VIES-Check di EUROTAX
  • Chiedete a EUROTAX di aiutarvi a determinare la mappatura della vostra «coppia di prove» per ciascuna delle vostre tipologie di flussi e controparti in modo che possano essere inclusi nel vostro processo di controllo interno; SÌ, desidero ottenere maggiori informazioni sull’assistenza alla mappatura della «coppia di prove» EUROTAX
  • Subappalta i tuoi resi intrastat a EUROTAX: Audit Intrastat – Regolarizzazione – Conformità mensile SÌ, desidero ottenere maggiori informazioni sull’offerta di conformità Intrastat di EUROTAX al fine di proteggere le mie consegne intracomunitarie esenzione IVA

In ogni caso, la nostra migliore raccomandazione sarebbe comunque la seguente: NON lasciarti tentare dall’approccio Wait & See! Gli adeguamenti necessari alle soluzioni rapide devono essere anticipati ORA, con metodologia e cura. Rimaniamo a vostra disposizione per qualsiasi ulteriore informazione, e vi auguriamo una piacevole ed efficiente preparazione a quei Quick Fixes 2020!

Condividi questo articolo...